Maggio 21, 2024

GO15, l’AD e DG di Terna Giuseppina Di Foggia nominata Vice Presidente dell’associazione

Giuseppina Di Foggia

Giuseppina Di Foggia contribuirà alla definizione degli indirizzi strategici dell’associazione che raggruppa i principali operatori del settore a livello mondiale.

Giuseppina Di Foggia, AD di Terna

Giuseppina Di Foggia: transizione e sicurezza le priorità del mandato

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna Giuseppina Di Foggia è ufficialmente entrata in carica come Vice Presidente di GO15. Istituita nel 2004 a seguito di numerosi black out che colpirono Paesi di tutto il mondo, l’associazione oggi comprende i 17 principali gestori dell’energia elettrica a livello mondiale, che collaborano costantemente alla definizione di indirizzi strategici comuni. Come emerge dal comunicato stampa diffuso da Terna, il contributo di Giuseppina Di Foggia sarà determinante soprattutto in vista delle sfide principali, transizione energetica e sicurezza dei sistemi elettrici in primis. Aumento delle interconnessioni e resilienza da un lato, sviluppo delle fonti green e sistemi di accumulo dall’altro le chiavi per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione e i pilastri sui quali si svilupperà il suo mandato.

Terna: con Giuseppina Di Foggia rafforziamo nostro ruolo di abilitatore della transizione

Con la nomina di Giuseppina Di Foggia ai vertici di GO15, Terna continua a consolidare il suo ruolo di regista e abilitatore della transizione energetica a livello nazionale nonché a confermarsi protagonista del percorso di integrazione e di coordinamento delle grandi reti elettriche a livello mondiale. Oltre allo Steering Board e al Governing Board, all’interno dell’associazione il gestore italiano co-presiede anche il gruppo di lavoro “Resilience, infrastructure development and interconnections”. Tra gli obiettivi principali di GO15 la ricerca di soluzioni innovative, la condivisione di best practice e l’individuazione di indicazioni a livello internazionale che consentano ai Grid Operator, che rappresentano circa il 50% della domanda mondiale di elettricità, di aumentare il livello di efficienza e resilienza delle infrastrutture di rete oggi alle prese con gli effetti del cambiamento climatico.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *