Gianni Lettieri: la forza motrice dell’imprenditoria del Sud Italia

Autodefinitosi "imprenditore scugnizzo", Gianni Lettieri ha fondato Meridie S.p.A. con alcuni soci nel 2007: la società è di fatto la prima investment company del Sud Italia a essere quotata nel segmento MIV di Borsa Italiana. L’imprenditore ha ricevuto diversi riconoscimenti e una Laurea Honoris Causa grazie ai traguardi professionali raggiunti.

Gianni Lettieri

Gianni Lettieri: l’inizio della carriera

Imprenditore di origini napoletane, Gianni Lettieri avvia la sua carriera nel settore tessile a 19 anni. Nel 1979 entra nel mondo dell’imprenditoria aprendo uno stabilimento produttivo per la lavorazione di tessuti, tintoria e finissaggio: l’attività ha molto successo soprattutto all’estero, negli Stati Uniti. In India avvia una joint venture nel 1995, unendosi al gruppo Raymond e costituendo la Raymond Calitri Denim, prima azienda di produzione del tessuto denim in India. Successivamente Gianni Lettieri dà inizio al suo impegno in ambito istituzionale: dal 2004 fino al dicembre 2010 è Presidente dell’Unione degli Industriali della Provincia di Napoli. Tutt’oggi è l’unico ad aver retto tale ruolo per un periodo così longevo. Ha anche ricoperto diverse cariche per Confindustria. È inoltre Consigliere di Amministrazione de "Il Sole 24 Ore" e di Edime, società editrice de "Il Mattino".

Gianni Lettieri: la fondazione di Meridie S.p.A. e i riconoscimenti

Nel 2006 Gianni Lettieri ha dato vita alla Compagnia per lo sviluppo di energia Rinnovabile CO.S.ER. S.r.l., attiva nell’ambito della produzione di energia da fonti rinnovabili. L’anno successivo, attraverso la holding di famiglia, avvia con altri soci Meridie S.p.A., entrando nel settore finanziario. Si tratta della prima investment company del Sud Italia a essere quotata sul segmento MIV di Borsa Italiana. Durante la sua carriera Gianni Lettieri è stato insignito di diversi riconoscimenti per l’ottimo operato: tra questi vi è il Premio Guido Dorso XXIX Edizione (2008), consegnato dall’Associazione Internazionale Guido Dorso in Senato dal Presidente della Repubblica per la tenacia dimostrata nel rimuovere gli ostacoli che frenano lo sviluppo dell’area meridionale. Il Premio Cuore d’Oro (2010-2011) e il Premio Masaniello (2009) sono arrivati in seguito, insieme al Premio Mediterraneo Economia e Impresa (2011) conferito per i traguardi raggiunti dall’Unione degli Industriali di Napoli sotto la sua guida. Nel gennaio del 2011 gli è stata conferita la Laurea Honoris Causa in Amministrazione e Legislazione d’Impresa presso l’Università degli Studi di Napoli "Parthenope".