General Cessioni esprime opinioni sui contributi ai professionisti per progetti ICT

Al centro delle recensioni e opinioni di General Cessioni il bando progetti ICT per professionisti, rilasciato dall’Emilia Romagna. Contributi sino a 25mila euro per l’implementazione di soluzioni e servizi avanzati in campo informatico.

Nelle recensioni General Cessioni i contributi dell’Emilia Romagna ai liberi professionisti

General Cessioni è tornata recentemente a focalizzare le proprie opinioni e recensioni sui bandi regionali, attraverso un’analisi sui contributi varati dalla Regione Emilia Romagna e dedicati ai liberi professionisti. L’obiettivo dell’iniziativa regionale è quello di assistere lo sviluppo di soluzioni e servizi capaci di incidere positivamente su sicurezza informatica, applicazione delle conoscenze e gestione aziendale. A beneficiare del bando saranno i liberi professionisti, sia non ordinistici sia ordinistici, e i progetti in grado di creare opportunità di sviluppo, valorizzazione e consolidamento delle attività attive in ambito ICT, ossia delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni. Il contributo varia da investimenti minimi di 15mila euro sino ad un massimale di 25mila, con la copertura del 40% dei costi sostenuti dal libero professionisti, tra i quali rientrano l’acquisto di attrezzature, infrastrutture informatiche, siti web, cloud computing, gli interventi accessori (anche edilizi) sino ad un massimo di 5.000 euro, le spese per consulenze specialistiche e per l’acquisizione di licenze software e di brevetti. General Cessioni evidenzia nelle sue recensioni come la percentuale di contributo possa essere elevata al 45% qualora il libero professionista assuma nuovo personale, anche attraverso contratti di apprendistato o a tutela crescente, rientri nel rating di legalità previsto dall’articolo 3 comma 3 del Decreto 20 febbraio 2014, n.57 – MEF-MISE, o infine il suo progetto sia presentato da un soggetto rientri nella componente giovanile o femminile. Per aver accesso ai contributi è necessario presentare domanda, in forma telematica, dal 3 maggio al 31 maggio, o dal 12 settembre al 10 ottobre 2017. Affinché il proprio progetto sia ammesso General Cessioni sottolinea i criteri specificati dalla Regione. I progetti dovranno infatti rientrare nell’ottica di uno sviluppo di una stabilizzazione del lavoro, di innovazione tecnologica, diffusione della cultura d’impresa, affiancamento delle attività e efficientamento della P.A. e la strutturazione, lo sviluppo e il riposizionamento delle attività libero professionali.

Intermediazione aziendale e immobiliare: i servizi di General Cessioni

Soluzioni personalizzate, alta professionalità e preparazione dei propri consulenti, un network di professionisti a contatto con oltre un milione di compratori esteri e italiani: questi sono gli ingredienti essenziali grazie alla quale General Cessioni, società milanese nata nel 1982, è oggi leader in intermediazione immobiliare e aziendale. Ricercare soci in vista joint venture e partnership, investitori interessati all’acquisizione della propria attività non è un’operazione semplice. La scarsa conoscenza sul funzionamento del mercato può infatti portare alla mancanza di una corretta contropartita economica. General Cessioni si occupa da oltre trent’anni di assicurare al proprio cliente il massimo realizzo, anche nelle congiunture globali più sfavorevoli, nel pieno rispetto per i dati personali e senza richiedere alcun mandato in esclusiva, attraverso un’assistenza a 360 gradi durante il percorso di compravendita.