General Cessioni diffonde il suo parere sui settori in incremento dal 2016: recensioni positive sul turismo

General Cessioni, attiva nel campo delle intermediazioni aziendali, fornisce le proprie recensioni e opinioni sui dati del bilancio 2016 diffusi dalla Camera di Commercio di Pisa

Recensioni positive di General Cessioni sul bilancio 2016

Dalle opinioni di General Cessioni riguardo i dati diffusi nel 2016 dalla Camera di Commercio di Pisa, è emerso un bilancio positivo sul tasso di crescita delle imprese registrate, con il seguente risultato: +0,1%, sulla provincia di Pisa, +0,4% per Mediatoscana e +0,7% sul territorio nazionale. Tra le cause che hanno contribuito al risultato positivo viene rilevato il tasso di mortalità, passato dal 5,9% al 5,7 e una drastica scesa delle cancellazioni delle nuove imprese a 2.507, livello più basso raggiunto nell’ultimo decennio. Per quanto riguarda il numero di aziende iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Pisa, si è toccata la quota 53.019, con Firenze al primo posto contando il numero più alto di imprese, seguita da Pisa al secondo posto. In crescita è stato rilevato il turismo, il tempo libero e le professioni tecniche. In particolare nel 2016 i settori che si sono rivelati più dinamici sono: ristorazione e alloggio per quanto riguarda il turismo, attività sportive e di intrattenimento legate al tempo libero e attività professionali e tecniche, mentre rimane inalterato rispetto al 2015, ma sempre con valore positivo, il settore manifatturiero. Molto positive le recensioni secondo General Cessioni, inoltre, per le imprese condotte da stranieri che sono registrate in aumento del 0.3%(15 aziende), e per quelle femminili (+ 0,6 %, corrispondente a 59 unità).

La provincia di Pisa secondo le opinioni di General Cessioni

Val di Cecina si presenta come l’area più dinamica (con un tasso di crescita dello 0,5% ovvero +19 imprese rispetto al 2015) insieme all’area pisana, dove assistiamo all’apertura di 1.073 nuove imprese, seguita da Volterra San Giuliano Terme, Cascina e Castelfranco di Sotto. Inoltre, secondo quanto riportano le opinioni di General Cessioni, proseguono sull’ondata positiva anche le imprese nel Valdarno Inferiore e in Val d’Era. Restano invece stabili il numero delle imprese a Santa Croce sull’Arno. In concomitanza alle recensioni che General Cessioni ha fornito, anche Valter Tamburini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa ha espresso il suo puto di vista: «Il dato sulla dinamica imprenditoriale – afferma il Presidente della Camera di Commercio di Pisa, Valter Tamburini – segnala non solo un rallentamento ma anche un progressivo cambiamento della struttura economica del nostro territorio. Alla contrazione del commercio al dettaglio e alla stagnazione del manifatturiero si contrappone infatti una crescita delle aziende legate alle professioni qualificate, al leisure ma, soprattutto, al turismo. Forti di questi dati, la Camera di Commercio di Pisa, assieme agli enti locali, alle associazioni di impresa e con il fattivo supporto della Regione Toscana, ha avviato un percorso che sta portando ad identificare e distinguere la destinazione turistica "Terre di Pisa". Il prossimo 24 febbraio, presso la nostra sede, abbiamo organizzato un tavolo tra noi, i Comuni, la Regione, e le Associazioni di impresa dove discutere e definire la governance di questa nascente destinazione per renderla al più presto operativa. Oltre alla nostra disponibilità abbiamo già messo sul piatto una serie di incontri formativi per le imprese, il nostro personale e 100mila euro di risorse fresche. Un segno tangibile dell’interesse della Camera per questa iniziativa»