Giugno 19, 2024

Ecco Come Scegliere A Chi Dare Il 5 Per Mille E Contribuire Ad Azioni Per Il Sociale

Attraverso la quota del 5 per mille dell’Irpef si decide di destinare a qualcuno una bella quota di tipo economico che è utile per attività nell’ambito del terzo settore. Con il 5 per mille lo Stato permette ai contribuenti di destinare, secondo una specifica indicazione, il gettito fiscale della quota del 5 per mille Irpef che è l’imposta sul reddito. La finalità di questo procedimento è quella di sostenere associazioni non lucrative di utilità sociale o quelle di volontariato che hanno come scopo quello di fare attività di interesse sociale. Sono tantissime le realtà che si occupano del terzo settore con numerose difficoltà e spesso non è facile capire a chi donare il 5 per mille. Prima di prendere una decisione, il consiglio è sempre quello di ponderare bene e soprattutto di essere particolarmente informati. Ecco come fare per avere le idee chiare su a chi donare il 5 per mille.

I Soggetti A Cui Destinare Il 5 Per Mille

Sono numerosi i soggetti a cui possibile destinare il 5 per mille. Innanzitutto si può puntare sulle realtà come associazioni no profit o anche su enti istituti di ricerca. Nello specifico le realtà che possono ricevere il 5 per mille sono:
– Associazioni di volontariato e organizzazioni di tipo non lucrativo che si occupano di attività nell’ambito sociale;
– Associazioni di promozione sociale che sono regolarmente iscritte presso il registro nazionale – Provinciale regionale di riferimento;
– Fondazione Associazione riconosciuta in ambito legale per l’attività sociale svolta;
– Enti di ricerca di tipo scientifico e università;
– Enti di ricerca sanitaria;
– Specifico ambito delle attività sociali svolte nel comune di residenza in cui si trova il contribuente che opta per il 5 per mille;
– Associazioni sportive di tipo dilettantistico riconosciute regolarmente dal coni in base a quelli che sono i criteri della normativa vigente;
-Associazioni che si occupano della tutela valorizzazione e promozione di beni paesaggistici e culturali di tutta Italia.
Per avere una maggiore conoscenza sulle specifiche attività si può accedere presso il sito dell’agenzia delle entrate e verificare vuoti che sono gli enti che possono ottenere la quota del 5 per mille. Una volta verificate tutte le attività e tutti gli enti preposti, allora si potrà avere un’idea precisa in merito a chi donare il 5 per mille.

Come E A Chi Donare Il 5 Per Mille

Per donare il 5 per mille è opportuno rivolgersi in maniera precisa e diretta ad un commercialista nella dichiarazione dei redditi attraverso il 730 oppure il modello unico, si ha l’opportunità di parlare dell’apposito modello, qual è l’ambito su cui investire, dando il codice fiscale della Onlus o dell’ente stesso. Prima di recarvi dal commercialista, il consiglio è di avere già le idee molto chiare in merito a chi donare il 5 per mille. Basterà prendere una decisione molto precisa e poi andare a specificare in maniera dettagliata il codice fiscale in modo tale da far ottenere i contributi a quella determinata realtà che potrà in questo modo lavorare sul territorio in maniera molto più energica e con dei fondi a disposizione.

Perché È Importante Pensare Bene A Chi Donare Il  5 Per Mille

Donare il 5 per mille è una scelta che permette molte realtà associative sul territorio soprattutto di poter ottenere dei benefici e dei guadagni in un’attività che è sempre più spesso finanziata in maniera non proprio cospicua. Ecco perché la scelta è importante perché, comunque, farà la differenza e soprattutto darà l’occasione anche delle piccole realtà di di avere dei contributi. la scelta del 5 per mille va sempre analizzata con cautela e poi decisa in maniera ben chiara.

Related Post