Diagnostica per immagini | Poliambulatori Lazio Korian

Diagnostica per immagini | Poliambulatori Lazio Korian

Diagnostica per immagini | Poliambulatori Lazio Korian

Diagnostica per immagini, sistemi e apparecchiature all’avanguardia presso i Poliambulatori Lazio Korian.

I Poliambulatori Lazio Korian erogano una gamma completa di prestazioni di Diagnostica per immagini, avvalendosi di apparecchiature all’avanguardia.

Quali sono le principali tecniche di Diagnostica per immagini erogate di Poliambulatori lazio Korian?

Ecografie

L’Ecografia o ecotomografia è un sistema di indagine diagnostica medica che non utilizza radiazioni ionizzanti, ma ultrasuoni e si basa sul principio dell’emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore.

Questa tecnica è utilizzata routinariamente in ambito internistico, chirurgico e radiologico. Oggi infatti tale metodica viene considerata come esame di base o di filtro rispetto a tecniche di Imaging più complesse.

Presso i nostri Poliambulatori è possibile effettuare i seguenti esami ecografici:

Ecografie internistiche, Ecografia Ginecologica, Ecografia Ostetrica, Ecografia Apparato genitale maschile, Ecografia Muscolo-scheletrica, Ecografia Tiroidea -Mammaria -Vascolare.

Diagnostica per immagini

 

Mammografia

La mammografia è un esame radiografico del seno. La mammografia di screening viene utilizzata per rilevare i cambiamenti nel tessuto mammario nelle donne che non hanno segni o sintomi di cancro al seno.

La mammografia diagnostica viene utilizzata per valutare cambiamenti insoliti nel seno, come un nodulo, dolore, secrezione dal capezzolo o un cambiamento nella dimensione o nella forma del seno.

Presso i nostri centri è disponibile anche la mammografia 3D, o tomosintesi, che è lo strumento diagnostico e di screening più moderno disponibile per la diagnosi precoce del carcinoma mammario.

MOC

La MOC permette di diagnosticare le malattie in cui vi è una riduzione della densità minerale ossea (in primis: l’osteoporosi), permettendo così di fare diagnosi precoce di osteoporosi prima che avvengano le fratture.

L’Osteoporosi è infatti spesso chiamata “malattia silenziosa” perché la perdita di massa ossea può essere asintomatica. Molte donne possono non accorgersi di avere l’osteoporosi finché non si verifica una frattura. Vi sono vari tipi di apparecchiature utilizzabili (DEXA, ultrasuoni, TAC), ma la metodica in atto piu’ affidabile e con cui si puo’ fare diagnosi e classificazione dell’osteoporosi secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità è la MOC DEXA (ottime doti di accuratezza, precisione con solo piccole dosi di Raggi X).

Cone Beam

La tomografia computerizzata Dentale Cone Beam (CBCT), o più esattamente definita di recente CB3D ha rivoluzionato la diagnostica radiologica odontoiatrica e maxillo-facciale rendendo disponibili ricostruzioni 3D delle strutture anatomiche esaminate.

La Cone Beam 3D è una tecnica radiologica di scansione tomografica utilizzata per acquisire dati e immagini di uno specifico volume del massiccio facciale o del cranio. Grazie a specifici e potenti software di elaborazione, questa tecnica offre immagini diagnostiche sui tre piani dello spazio e Volume Rendering (cioè immagini volumetriche), esponendo il paziente a dosi radianti bassissime.

 

Rappresenta l’ultima generazione delle macchine per imaging radiologico in campo odontoiatrico e riunisce, oltre ai suoi specifici pregi, quelli di altre metodiche ormai consolidate come l’OPT (ortopantomografia o panoramica) e le radiografie del cranio in latero-laterale e postero-anteriore, a uso cefalometrico, rappresentazioni che sono direttamente realizzabili con i software applicativi. Si è dimostrata insostituibile nella programmazione d’interventi di avulsione di elementi dentari inclusi sia nell’adulto che in età pediatrica. In implantologia, permette di valutare qualità e quantità di osso disponibile e prevedere possibili cause di insuccesso. In ortodonzia, consente una migliore programmazione clinica e in campo oncologico permette di definire l’estensione di processi espansivi e compromissioni di anatomiche vitale.

Radiologia tradizionale (RX)

Questa metodica diagnostica si basa sull’utilizzo di raggi X per produrre immagini di tessuti interni, ossa e organi su pellicola o mezzi digitali. I raggi X standard vengono eseguiti per molte ragioni, inclusa la diagnosi di tumori o lesioni ossee.

I raggi X passano attraverso le strutture del corpo su lastre appositamente trattate (simili alla pellicola della fotocamera) o su supporti digitali e viene prodotta un’immagine di tipo “negativo” (più solida è una struttura, più bianca appare sul film).

La tecnologia a raggi X viene utilizzata in altri tipi di procedure diagnostiche, quali angiografie, scansioni di tomografia computerizzata (TC) e fluoroscopia.

Le radiazioni possono determinare danni all’embrione o al feto durante la gravidanza che rappresenta perciò una controindicazione assoluta all’esecuzione dell’esame. Si prega di informare sempre il radiologo o il medico curante, prima di prenotare l’esame, se si sospetta una gravidanza.

Risonanza magnetica (RM)

La risonanza magnetica (RM) utilizza un potente magnete e onde radio per produrre immagini di organi e strutture all’interno del corpo. L’apparecchiatura di Risonanza magnetica ad alto campo ha la forma di un cilindro con un foro molto ampio nel mezzo del quale il paziente viene posizionato supino su un lettino. La qualità dell’immagine è migliore al centro del magnete. Questo è il motivo per cui la parte del corpo che ha bisogno di essere esaminata è sempre posta al centro. Le informazioni raccolte dalla Risonanza vengono poi inviate a un computer e tradotte in immagini.

Presso i nostri centri è possibile effettuare anche l’esame di Risonanza Magnetica in piedi (sotto-carico).

Nel caso della RM sotto carico la conformazione del magnete aperto offre la possibilità di effettuare l’esame a pazienti claustrofobici e di poter riprodurre una condizione quanto più simile alla stazione eretta con la possibilità di ruotare il magnete da zero a 90 gradi, con il paziente sul lettino.

Risonanza magnetica aperta sotto carico in piedi G-SCAN

Presso il Poliambulatorio Sanem Somalia è installata la Risonanza magnetica aperta sotto carico in piedi G-SCAN. L’apparecchiatura ad elevatissime performance permette lo studio delle articolazioni e della colonna vertebrale IN PIEDI e quindi sotto carico. G-SCAN è un valido aiuto diagnostico in quanto può fornire ulteriori informazioni rispetto al sistema tradizionale che prevede l’esecuzione della RISONANZA MAGNETICA solo a paziente disteso sul lettino. Infatti eseguire un esame di risonanza in piedi consente di studiare il corpo umano nella condizione che abitualmente assumiamo nel corso delle nostre attività. L’indagine sarà più idonea di quella tradizionale, eseguita in posizione distesa, a rilevare la patologia vertebrale e articolare; è un nuovo punto di vista nello studio delle compressioni vertebrali e delle patologie delle articolazioni; in particolare il soggetto da esaminare si trova in una posizione del tutto naturale che evidenzia i rapporti tra le varie strutture muscolari, cartilaginee, ossee e legamentose e soprattutto chiarisce come tali strutture interagiscano quando sottoposte al peso corporeo.

Tomografia computerizzata (TC)

La tomografia computerizzata, comunemente indicata come TC, è un esame diagnostico che utilizza i raggi X per produrre più immagini dettagliate all’interno del corpo, inclusi organi, vasi sanguigni e altri tessuti molli.

Le scansioni TC possono utilizzare un mezzo di contrasto per visualizzare meglio gli organi interni e i tessuti nelle immagini. Il contrasto è generalmente somministrato per via endovenosa o assunto per via orale.

Diagnostica per immagini Poliambulatori Lazio Korian, per saperne di più visita il nostro sito web www.poliambulatorilazio.it