Come scegliere la casetta perfetta per le tue galline ovaiole

Come scegliere la casetta perfetta per le tue galline ovaiole

Hai deciso di avere maggiore controllo sulla tua alimentazione e di iniziare ad allevare in giardino? Non ti accontenti del giardinaggio per riprendere contatto con la natura? Se oltre alla coltivazione di un orto hai deciso di dedicarti all’allevamento, in particolare di pollame, è bene che tu conosca alcune regole fondamentali per la buona riuscita del progetto.

In particolare oggi andremo a parlare del luogo dove i tuoi animali andranno a mangiare, bere, riposare e covare: la casetta per galline ovaiole.

A seconda di dove vivi, delle dimensioni dello spazio che possiedi e del tempo che puoi dedicare al tuo pollame, esistono delle soluzioni ad hoc per le tue galline ovaiole.

Nella sconfinata varietà di materiali, grandezze, forme e stili, esistono alcuni criteri utili per selezionare il pollaio più adatto alle proprie esigenze: andiamo quindi ad illustrarle brevemente.

 

Caratteristiche di base

 

La prima caratteristica fondamentale per scegliere un pollaio per galline ovaiole, è abbastanza intuibile, riguarda lo spazio. Ogni animale, infatti, vive su un posatoio e necessita di almeno 25 cm di distanza dalle altre galline per condurre una vita sana. Le casette per galline ovaiole, generalmente, arrivano a contenere un massimo di 8-10 galline. Nella metratura del pollaio va considerato lo spazio per la mangiatoia, l’abbeveratoio e un nido per deporre.

Un ulteriore consiglio utile riguarda l’altezza dei posatoi stessi: se una gallina dovesse trovarsi al di sotto delle altre, infatti, inizierebbe a lottare per conquistare la cima, creando scompiglio nel pollaio. Per un benessere ottimale, una gallina ovaiola ha bisogno, tra tutto, negli spazi chiusi, di circa 1 metro quadrato.

Un altro fattore di cui tenere conto riguarda la temperatura interna del pollaio e il suo accesso a luce ed aerazione. In questo caso è ovviamente fondamentale la scelta del materiale: l’acciaio tende a surriscaldarsi maggiormente nei mesi molto caldi, mentre il legno manterrà una temperatura gradevole anche molto esposto ai raggi del sole. Alcuni pollai per galline ovaiole, poi, sono realizzati in moderni polimeri che garantiscono un benessere incomparabile.

Il materiale di realizzazione di un pollaio incide ovviamente anche sulla sua resistenza all’uso e alle intemperie e sulla facilità di mantenerlo e pulirlo. Un’altra importante funzione di alcune casette moderne per galline, infatti, è quella di essere impermeabili a odori e liquidi.

Posizionamento del pollaio

 

Esistono ulteriori accorgimenti fondamentali per garantire al nostro allevamento di galline ovaiole il massimo del benessere possibile, fattore che inciderà ovviamente anche sulla cova.

Orientare il pollaio verso sud o sud-est garantirà un maggior apporto di luce e calore anche nei mesi invernali. I posti troppo ventosi, o troppo esposti esclusivamente a sole o ombra sono sconsigliati, in quanto rischierebbero di disturbare il naturale ciclo vitale delle nostre galline ovaiole.

La scelta di un pollaio perfetto deve dipendere anche dalla zona in cui si vive: persino il tipo di terreno, e l’umidità che porta con sé, incide sulla salute del pollame.

Un criterio utile da tenere sempre a mente è che le temperature ideali per allevare galline ovaiole oscillano tra i 13 e i 24 gradi centigradi, anche se alcune razze sopravvivono anche a temperature inferiori. Importante notare che eccessivo calore potrebbe compromettere la deposizione delle uova.