Biciclette e scooter “senza conducente

Biciclette e scooter “senza conducente

Con l’intensificarsi della battaglia tra taxi e VTC in Spagna, Uber, una delle aziende più forti nel mercato dei veicoli con autista, sorprende per l’evoluzione verso nuove tecnologie da diversificare. La sua divisione biciclette e scooter elettrici ha in programma di sviluppare un sistema che permetta a questi veicoli a due ruote di guidare in modo autonomo per trovare i propri clienti o di andare da soli a ricaricarsi.
A dicembre Uber ha introdotto la nuova generazione di biciclette, con capacità di autodiagnostica e batterie intercambiabili. Quest’ultima caratteristica renderà più facile ricaricare le batterie dei motori che aiutano a pedalare.

Per il momento, questo servizio è distribuito in un gran numero di città americane e in Europa è arrivato a Berlino a metà dello scorso anno. In Spagna non è ancora arrivato, e dovrà competere con i servizi già implementati, oltre alle biciclette pubbliche che esistono da 10 anni in molte delle principali città del paese.

Algoritmi, incidenti, responsabilità

L’autoguida è ancora lontana dall’essere una realtà quotidiana e diffusa nelle nostre città e strade. Ci sono diversi livelli intermedi tra la guida completamente automatica e non assistita che richiedono al conducente di controllare tutti i processi in ogni momento.

Fino ad oggi, totale auto-guida continua negli esami e affronta ancora grandi sfide. Uno dei più importanti è la fiducia.
Anche se un’alta percentuale di incidenti stradali è dovuta a errori umani (che l’automazione eliminerebbe), negli ultimi tempi sono stati pubblicati diversi incidenti. In particolare, il primo incidente mortale di un veicolo autonomo è stato causato da un’auto a metà marzo dello scorso anno.

L’automazione dei veicoli richiederebbe un’applicazione tecnologica complessa, fatte salve anche questioni etiche. Da alcuni anni, la scienza si è concentrata sul problema delle conseguenze del processo decisionale al volante, che tra l’altro tende a proteggere i pedoni più degli occupanti dei veicoli.

Con le informazioni finora disponibili, è improbabile che vedremo scooter e biciclette che vanno da soli sulle carreggiate. Inoltre, fino a quando non sarà sviluppato un sistema che solleva questi veicoli quando sono sdraiati a terra, il fattore umano continuerà ad essere necessario.

Poiché c’è ancora molta strada da fare prima che questo diventi realtà, è possibile ottenere la bicicletta o lo scooter elettrico in modo da poter decidere dove si sta andando e a quale velocità.
Se non sai da dove iniziare a cercare, ti consigliamo di fare un giro del negozio online Helliot Bikes. È possibile trovare vari tipi di biciclette elettriche e scooter per tutti i gusti.

A domani!