Giugno 15, 2024

Aziende sicure e competitive: modelli organizzativi e rating di legalità, nell’ottica del D. Lgs. 231/2001

Comunicato Stampa

Aziende sicure e competitive: modelli organizzativi e rating di legalità, nell’ottica del D. Lgs. 231/2001

Con il supporto del magistrato Raffaele Guariniello e dell’avv. Maurizio de Tilla, un seminario,  il 5 giugno a Napoli, si occuperà di ambiente, di sicurezza, di responsabilità amministrativa d’impresa e delle opportunità e vantaggi competitivi offerti dall’applicazione del D. Lgs. 231/2001.

Se per gestire un’azienda è necessaria un’attenta conoscenza di tutta la normativa vigente, specialmente in materia di ambiente, sicurezza e di responsabilità amministrativa d’impresa, non è possibile trovare migliore guida del magistrato Raffaele Guariniello, coordinatore del pool di magistrati della Procura di Torino specializzato nei problemi relativi alla tutela della salute e sicurezza sul lavoro e alla tutela del consumatore. Il pool è diventato in questi anni un importante modello non solo per le grandi competenze acquisite in materia, ma anche per gli innovativi metodi di indagine utilizzati in delicate e rilevanti inchieste (Thyssenkrupp, Eternit, problemi strutturali delle scuole, …).
Con il supporto di Raffaele Guariniello, di Maurizio de Tilla e di altri qualificati relatori, si terrà a Napoli il 5 giugno un seminario professionale di studio e approfondimento – promosso dall’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS), con il patrocinio di Federcoordinatori e organizzato dal Centro di Formazione AiFOSInterazioni Europa” – per affrontare alcuni aspetti operativi della normativa vigente, in materia di ambiente, sicurezza, di prevenzione degli incidenti, di tutela della salute lavorativa e alimentare e cogliere le opportunità offerte dalla stessa.
Le aziende devono, ad esempio, conoscere in dettaglio le conseguenze e le opportunità offerte dal Decreto Legislativo n. 231 dell’8 giugno 2001 che ha introdotto in Italia il principio di “responsabilità amministrativa d’impresa”: secondo il Decreto l’azienda è responsabile per i reati commessi nel suo interesse o a suo vantaggio da persone che hanno funzioni di amministrazione o di direzione nonché da persone che ne esercitano, anche di fatto, la gestione e il controllo, dai sottoposti e fornitori.
Il D.Lgs. 231/2001 prevede tuttavia anche una esimente da questa responsabilità per inadempimento in caso di adozione ed efficace attuazione di idonei modelli di organizzazione, gestione e controllo (modelli 231). Modelli che si traducono nella più efficiente gestione aziendale, con ritorni economici positivi, nella logica dei sistemi di gestione ISO 9001, ISO 14001, OSHAS 18001.
Durante il convegno si parlerà anche di rating di legalità, sistema premiale operativo dalla fine del 2014, con cui l’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato attribuisce un punteggio alle imprese virtuose che hanno un fatturato superiore ai due milioni di euro annui e rispettano una serie di requisiti giuridici e “qualitativi”, tra cui l’adozione dei Modelli 231. Tra i benefici: accesso al credito bancario e concessione di finanziamenti pubblici.
Si affronteranno anche i rischi di compliance, i rischi di incorrere in sanzioni, perdite finanziarie o danni di reputazione in conseguenza di violazioni di legge, regolamenti o autoregolamentazioni.
Non si può, infine, far riferimento alla “responsabilità amministrativa d’impresa” senza ricordare e analizzare il corretto ruolo degli OdV, degli Organismi di Vigilanza che, secondo il D.Lgs. 231/2001, hanno compiti di verifica, applicazione ed aggiornamento dei modelli di organizzazione, gestione e controllo, in coordinamento con l’Ente.
Per affrontare tutti questi temi – con la presenza qualificata di magistrati, avvocati, formatori e tecnici competenti in materia – e fornire alle aziende utili elementi di valutazione delle responsabilità e delle opportunità offerte dalla normativa, con indicazioni applicative, si terrà dunque il seminario professionale di studio e approfondimento “Guariniello a Napoli. Responsabilità d’impresa D.Lgs. 231/01: opportunità e vantaggi competitivi. Gestione, ambiente, sicurezza, anche alimentare nell’anno dell’Expo”.
Il seminario, secondo appuntamento dopo il convegno di Varese, organizzato in relazione al “Progetto nazionale 231 INTERAZIONI EUROPA – AiFOS”, si svolgerà il 5 giugno 2015 a Napoli dalle ore 14.00 alle ore 18.00, in via Aulisio – Centro Direzionale Isola E/6 – c/o Holiday Inn Napoli “Sala Ginestra”.
 
Il programma del seminario:
 
Presiede: Avv. Lorenzo Fantini
 
Interventi:
Avv. Maurizio de Tilla, Corruzione e inquinamento ambientale
 
Dott. Giovanni Alibrandi, Il rischio di compliance
 
Avv. Lorenzo Fantini, Riflessioni sulla esimente dalla responsabilità: dalla legge alla prassi giurisprudenziale
 
Avv. Rolando Dubini, L’attività dell’OdV: svolgimento delle riunioni, interviste e ispezioni. Casi aziendali
 
Dott. Vincenzo Carlino, La prevenzione di incidenti e near miss nella logica dell’OdV
 
Avv. Giorgio Carozzi, Il valore aggiunto del Modello “231” per le Aziende. Opportunità di crescita e Rating di legalità
 
Dott. Raffaele Guariniello, I reati ambientali, di Salute e Sicurezza sul Lavoro, igiene degli alimenti e tutela dei consumatori e l’OdV 231
 
A tutti i partecipanti al Seminario, che ne faranno richiesta all’atto dell’iscrizione e avranno superato con esito positivo il test finale di verifica dell’apprendimento, verrà consegnato l’Attestato di Partecipazione, valido per il rilascio di n. 3 crediti di aggiornamento per Formatori della Sicurezza sul Lavoro (area tematica normativa), per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza – RLS e per Coordinatori della Sicurezza, ai sensi del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
 
Il Seminario è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli per il rilascio di n. 4 crediti formativi.
 
Il link per avere informazioni e iscriversi al convegno:
http://aifos.org/section/eventi/eventi_interno/convegni_aifos/guariniello_a_napoli
 
I riferimenti per l’iscrizione obbligatoria, per le informazioni sui costi e sul programma:
Centro di Formazione AiFOS Interazioni Europa S.r.l. – Via G. C. Procaccini, 6 – Varese – Direttore: Carla Mammone – telefono 0332.283892 – fax 0332.214947 – cell. 340.2425713 – convegni@interazionieuropa.itwww.interazionieuropa.it
 
 
14 maggio 2015
 
 
Ufficio Stampa di AiFOS
ufficiostampa@aifos.it
http://www.aifos.it/

Related Post